Per studenti italiani e UE

 
 
 
 
Gli studenti italiani ed europei che possono partecipare al Programma Erasmus Mundus
 
Sono studenti "europei" tutte le persone con cittadinanza o residenza dei 27 paesi dell’Unione europea: Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria.

Per la partecipazione ai corsi di master congiunti e ai dottorati congiunti agli studenti dell’Unione europea sono equiparati gli studenti dei paesi Efta - See (Islanda, Liechtenstein, Norvegia) e della Croazia (che dal 1 luglio 2013 entra a far parte dell'Unione europea).

Nei corsi congiunti di master o di dottorato Erasmus Mundus, questi studenti rientrano nella “Categoria B”: di conseguenza, svolgono le attività e sono destinatari delle borse di studio previste per questa categoria di studenti (la “Categoria A” riguarda gli studenti di paesi terzi, cioè di paesi non membri dell’Unione europea).
 
Il vantaggio di partecipare a Erasmus Mundus
 
Erasmus Mundus permette agli studenti di dare alla propria formazione un particolare “valore aggiunto” che si basa sulla possibilità di:
- frequentare un corso di qualità certificata in un ambiente internazionale d’eccellenza;
- studiare in due o più Paesi UE e anche in Paesi terzi, vivendo insieme a studenti europei e di altri Paesi del mondo;
- costruire una rete di rapporti con i docenti e i colleghi di corso, molto utile per il futuro professionale;
- conseguire un titolo di studio di grande valore sul mercato del lavoro europeo e internazionale.  

Come partecipare a Erasmus Mundus
 
1. frequentare corsi di master congiuntidottorati congiunti realizzati da consorzi di istituzioni di istruzione superiore europee e di paesi terzi; gli studenti/candidati dottorali che concludono gli studi con esito positivo ottengono un titolo di studio congiunto, oppure doppio o multiplo;
2. realizzare periodi di mobilità individuale, se studenti (primo ciclo, secondo ciclo, dottorato, post-dottorato) iscritti a istituzioni d’istruzione superiore dell’UE che fanno parte di consorzi che gestiscono partenariati finanziati da Erasmus Mundus. Per l'a.a. 2013-2014 gli "studenti europei" possono realizzare periodi di mobilità individuale, anche se non sono iscritti presso le istituzioni che fanno parte dei consorzi Erasmus Mundus, ad eccezione di due lotti specifici (India e Uzbekistan). Per la lista dei consorzi che realizzano progetti di mobilità in ciascun lotto, clicca qui.
 
CORSI CONGIUNTI DI MASTER ERASMUS MUNDUS (EMMC)
 
Caratteristiche dei corsi
 
I corsi congiunti di master Erasmus Mundus:
- hanno una durata da uno a due anni (da 60 a 120 crediti Ects);
- sono attuati da un consorzio di istituti di istruzione superiore europei, con l’eventuale partecipazione anche di istituzioni di Paesi terzi;
- impartiscono istruzione di alta qualità a studenti europei e di Paesi terzi, riservando un certo numero di posti a titolari di borse di studio Erasmus Mundus;
- includono un periodo di mobilità obbligatoria in almeno due Paesi partecipanti;
- prevedono la mobilità anche dei docenti e dei ricercatori;
- prevedono il rilascio di titoli di studio congiunti, oppure doppi o multipli, accompagnati dal Supplemento al Diploma (Diploma supplement).
 
Borse di studio per gli studenti italiani ed europei
 
Per gli studenti italiani ed europei sono disponibili borse di studio per la frequenza dell’intero corso congiunto di master Erasmus Mundus.
 
Alcuni corsi congiunti di master Erasmus Mundus prevedono la partecipazione di istituzioni di istruzione superiore di paesi terzi. In questo caso, la borsa di studio può coprire anche il periodo di mobilità in tali istituzioni.
 
Le borse di studio prevedono un contributo ai costi di partecipazione al corso (fino a € 2.000 a semestre), a cui vanno aggiunti € 3.000 se è prevista mobilità verso i paesi terzi, più € 500 mensili per le spese di mantenimento.
Perciò, l’importo minimo delle borse è di € 10.000 per un corso di durata annuale, senza mobilità verso i paesi terzi e senza contributo ai costi di partecipazione al corso.
L’importo massimo è invece di € 23.000, per un corso biennale con mobilità verso i paesi terzi, se il contributo ai costi di partecipazione raggiunge il tetto massimo di € 2.000 a semestre.
 
Le borse di studio Erasmus Mundus che vengono erogate dalle istituzioni d’istruzione superiore italiane sono escluse dalla base imponibile Irpef e irrilevanti ai fini della determinazione delle base imponibile Irap.
 
In alcuni casi, i corsi funzionanti mettono a disposizione degli studenti italiani ed europei anche borse di studio provenienti da altre fonti di finanziamento (ad esempio: sponsor pubblici o privati, fondi del consorzio).
 
La procedura per la presentazione della domanda di iscrizione, i criteri di selezione degli studenti e i criteri di assegnazione delle borse di studio sono stabiliti dai responsabili dei vari corsi e sono indicati nei bandi annuali con i quali i consorzi selezionano gli studenti da ammettere ai corsi. Per informazioni sui corsi esistenti e sui relativi referenti e persone di contatto, cui rivolgersi per ulteriori informazioni, clicca qui.
 
 
Corsi per l’anno accademico 2014 - 2015
 
 
Nell’anno accademico 2014 - 2015 sono attivi 138 corsi Erasmus Mundus con borsa di studio, realizzati da altrettanti consorzi di istituzioni d’istruzione superiore.
Per visualizzare l’elenco dei corsi, clicca qui.
 
Presentazione delle domande d’ammissione ai corsi
 
 
La domanda va presentata ai responsabili del corso al quale si è interessati, secondo le indicazioni contenute nei bandi annuali pubblicati da ognuno dei 138 consorzi Erasmus Mundus. Per visualizzare l’elenco dei corsi, clicca qui.
 
Per ogni corso è emesso un differente bando di selezione, che indica i requisiti per l’ammissione, i criteri della selezione, le date di scadenza e altre informazioni utili come ad esempio l’elenco dei membri del consorzio, la descrizione del corso, il numero degli studenti da ammettere e quello delle borse di studio disponibili, l’importo delle tasse, la data di inizio delle attività didattiche, etc.
 
ATTENZIONE: i bandi sono pubblicati molti mesi prima dell’inizio di un corso, spesso già nei mesi di ottobre - novembre dell’anno precedente a quello dell’inizio del corso e le date di scadenza per la presentazione della domanda di iscrizione possono essere molto diverse, da gennaio - febbraio a giugno - luglio dell’anno solare di inizio del corso.
 
 
DOTTORATI CONGIUNTI ERASMUS MUNDUS (EMJD)
 
 
Caratteristiche dei corsi
 
 
I dottorati congiunti Erasmus Mundus:
- sono progettati come programmi di formazione e ricerca di durata triennale (in alcuni casi il percorso formativo potrà essere completato in un periodo massimo di 4 anni);
- gli EMJD sono realizzati da consorzi di istituzioni di istruzione superiore europee e di paesi terzi, che possono coinvolgere anche enti, centri e laboratori di ricerca; ai consorzi possono essere associati anche aziende, associazioni professionali, enti pubblici o privati;
- si svolgono in ambienti di eccellenza scientifica riconosciuta e privilegiano l’adozione di paradigmi innovativi e nuovi approcci per la formazione dei candidati dottorali;
- coinvolgono candidati dottorali europei e di paesi terzi, riservando ogni anno un certo numero di posti a titolari di borse di ricerca Erasmus Mundus;
- prevedono procedure comuni di ammissione, selezione, supervisione, verifica e valutazione, indipendentemente dalle sedi nelle quali i candidati dottorali svolgeranno la loro formazione;
- prevedono periodi di formazione/ricerca in almeno due paesi diversi rappresentati all’interno del consorzio; ciascuno di questi percorsi di mobilità deve essere funzionale al conseguimento degli obiettivi formativi del dottorato e deve durare almeno 6 mesi (non necessariamente consecutivi);
- nel caso di dottorati realizzati da consorzi che coinvolgono istituzioni di istruzione superiore e altri enti di paesi terzi, prevedono che almeno due terzi del dottorato siano svolti in Europa;
- portano al conseguimento di un titolo di dottorato congiunto, oppure doppio o multiplo; i titoli congiunti di dottorato sono riconosciuti da tutti i paesi coinvolti;
- prevedono la copertura previdenziale dei candidati dottorali con assicurazione malattia, assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e congedo parentale;
- fatta salva la lingua (o le lingue) utilizzata nella formazione, prevedono l’uso di almeno due lingue europee parlate nei paesi rappresentati nel consorzio; secondo le opportunità, ai candidati dottorali sono assicurate la preparazione e l’assistenza linguistica.
 
 
Borse di ricerca per i candidati dottorali italiani ed europei
 
 
Per i candidati dottorali italiani ed europei selezionati in un dottorato congiunto Erasmus Mundus sono disponibili le borse di ricerca (fellowship) di “Categoria B” finanziate dal Programma (le fellowship di “Categoria A” sono assegnate ai candidati dottorali di paesi terzi). Per ogni anno accademico la Commissione europea eroga a ciascun consorzio di dottorato congiunto un finanziamento con il quale il consorzio assegna un certo numero di fellowship ai propri candidati dottorali.
 
La procedura e i criteri di assegnazione delle fellowship individuali sono stabiliti da ciascun consorzio di dottorato congiunto Erasmus Mundus nel rispetto dei principi generali stabiliti dal Programma.
 
I candidati dottorali Erasmus Mundus devono ricevere la fellowship prevista dal Programma sotto forma di retribuzione per contratto di lavoro.
 
In aggiunta alle fellowship individuali Erasmus Mundus, in alcuni casi per i candidati dottorali Erasmus Mundus possono essere disponibili borse o altre forme di aiuto offerte dai consorzi che possono accedere ad altre fonti di finanziamento (sponsor pubblici e privati, fondi propri del consorzio, etc.).
 
La procedura per la presentazione della domanda di iscrizione, i criteri di selezione dei candidati dottorali e i criteri di assegnazione delle fellowship sono stabiliti dai responsabili dei vari corsi e sono indicati nei bandi annuali con i quali i consorzi selezionano i candidati dottorali da ammettere. Per informazioni sui corsi esistenti e sui relativi referenti e persone di contatto, cui rivolgersi per ulteriori informazioni, clicca qui.
 
 
Importo delle fellowship
 
 
L’importo reale delle fellowship per i candidati dottorali italiani ed europei viene calcolato sulla base di parametri oggettivi (relativi alle modalità organizzative del dottorato congiunto) e di variabili soggettive (relative alle scelte di ciascun candidato dottorale e al suo percorso individuale di formazione). L’erogazione delle fellowship tiene conto delle norme fiscali e previdenziali esistenti nei paesi interessati.
 
L’ammontare delle fellowship dipende dal tipo di formazione dottorale (laboratory-based oppure non-laboratory based) e tiene conto di tre componenti:
- contributo a spese di viaggio e prima sistemazione (in caso di mobilità in paesi terzi);
- contributo alle spese di partecipazione;
- indennità mensile di mantenimento.
 
 
Nella seguente tabella sono indicati gli importi lordi delle borse al modificarsi di ogni parametro e variabile:
 
 
FELLOWSHIP PER CANDIDATI DOTTORALI - CATEGORIA B (importi lordi in €)
 
 
Dottorato
non-laboratory based
Dottorato
laboratory based 
Mobilità
anche in paesi terzi
solo in
UE-EFTA 
anche in paesi terzi 
solo in
UE-EFTA 
Viaggio e prima sistemazione
 
3.000 
 
-
 
3.000 
 
-
Costi di partecipazione
 
10.800
 
10.800 
 
21.600 
 
21.600 
Indennità mensile
(36 mesi)
 
100.800
 
100.800 
 
100.800 
 
100.800 
TOTALE
114.600
111.600 
125.400 
122.400 
 
 
Obblighi per i titolari di fellowship
 
I candidati dottorali titolari di una fellowship Erasmus Mundus si impegnano a: 
- partecipare al dottorato congiunto nel rispetto dei termini definiti dal consorzio; tali termini sono indicati in un accordo che viene sottoscritto dal candidato e dai rappresentanti del consorzio stesso (Doctorate Candidate Agreement);
- svolgere periodi di formazione dottorale in almeno due paesi rappresentati nel consorzio (tali paesi devono essere diversi da quello in cui il candidato dottorale ha svolto gli studi precedenti; ad esempio, uno studente italiano che ha conseguito la laurea specialistica/magistrale in Italia e che frequenti un dottorato congiunto che coinvolga istituzioni di istruzione superiore italiane, deve svolgere un periodo di formazione dottorale in altri due paesi oltre l’Italia);
- trascorrere almeno due terzi del periodo di formazione dottorale nei paesi europei rappresentati nel consorzio, nel caso in cui in tale consorzio siano presenti membri associati e/o partner di paesi terzi;
- svolgere, in questo stesso caso, attività dottorali in Paesi terzi per un periodo massimo di un anno (cumulativo o consecutivo), accettando che gli eventuali periodi aggiuntivi non siano coperti dalla fellowship.
 
Corsi per l’anno accademico 2014 - 2015
Nell’anno accademico 2014 - 2015 sono attivi 42 dottorati congiunti Erasmus Mundus, realizzati da altrettanti consorzi di istituzioni d’istruzione superiore.
Per visualizzare l’elenco dei corsi, clicca qui.
 
Presentazione delle domande d’ammissione ai corsi
 
I bandi per la selezione e l’ammissione a ciascun dottorato congiunto Erasmus Mundus indicano i requisiti di ammissione, le procedure per la presentazione delle domande e i criteri di selezione dei candidati dottorali. Ciascun consorzio definisce autonomamente il contenuto dei bandi, nel rispetto dei principi generali stabiliti dal Programma. Le informazioni relative ai bandi e, in generale, a tutti gli aspetti rilevanti dei corsi sono diffuse attraverso i siti internet che ciascun consorzio selezionato ha attivato.
 
Per informazioni sui corsi esistenti e sui relativi referenti e persone di contatto, cui rivolgersi per ulteriori informazioni, clicca qui.
 
ATTENZIONE: i bandi per selezionare i candidati dottorali Erasmus Mundus vengono pubblicati molti mesi prima dell’inizio dei dottorati, già nei mesi di ottobre - novembre dell’anno precedente a quello dell’inizio dei corsi.
 
 
PERIODI DI MOBILITA’ INDIVIDUALE NELL'AMBITO DI PROGETTI DI PARTENARIATO ERASMUS MUNDUS
 
Caratteristiche dei periodi di mobilità 
 
 
Si tratta di mobilità individuale per formazione, svolta da studenti di primo e di secondo ciclo, da dottorandi, o coloro che svolgono attività di ricerca a livello post-dottorale (post-doc).
Per facilità in questa sezione definiremo “studenti” tutte queste categorie di interessati.
 
I periodi di mobilità sono svolti nell’ambito di progetti di partenariato realizzati da consorzi di istituzioni d’istruzione superiore e altri enti di paesi europei e di determinati paesi terzi organizzati per “lotti geografici”. Gli studenti sono selezionati attraverso bandi emessi periodicamente dai consorzi, e la mobilità individuale è finanziata da borse di studio.
 
Possono beneficiare di questo tipo di mobilità coloro che sono iscritti o svolgono attività di ricerca presso istituzioni che fanno parte di consorzi selezionati nell’ambito di bandi specifici Erasmus Mundus. Per l'a.a. 2013 - 2014 gli "studenti europei" possono realizzare periodi di mobilità individuale, anche se non sono iscritti presso le istituzioni che fanno parte dei consorzi Erasmus Mundus, ad eccezione di due lotti specifici (India e Uzbekistan). Per la lista dei consorzi che realizzano progetti di mobilità in ciascun lotto, clicca qui.
 
Per sapere se la propria istituzione di istruzione superiore partecipa a progetti di partenariato Erasmus Mundus, rivolgersi all’Ufficio relazioni internazionali d’istituto.
 
Per la lista dei consorzi che realizzano progetti di partenariato nell’anno accademico 2013 - 2014, clicca qui.
 
Le possibilità di ottenere una borsa a supporto di un periodo di mobilità individuale possono variare di anno in anno: esse sono legate allo stato dei rapporti fra l’Unione europea e i differenti paesi terzi, alle priorità stabilite negli accordi di cooperazione e alla disponibilità di finanziamenti per le attività da realizzare con tali paesi terzi.
 
Gli studenti italiani ed europei che possono presentare domanda 
 
I periodi di mobilità individuale sono offerti agli studenti italiani ed europei che:
- hanno la cittadinanza di uno dei 27 paesi membri dell’UE o di uno dei paesi See-Efta;
- sono iscritti o svolgono attività di ricerca in un’istituzione europea d’istruzione superiore partner dei consorzi che realizzano i progetti di mobilità;
- conoscono adeguatamente la lingua o le lingue dei corsi che dovranno seguire, oppure la lingua o le lingue parlate nei paesi ospitanti.
Per il livello post-doc (per ricerca, formazione e partecipazione a corsi altamente specializzati), i periodi di mobilità individuale sono offerti a studenti che:
- hanno ottenuto il titolo di dottorato negli ultimi due anni;
- hanno il supporto di una delle istituzioni di istruzione superiore europee partner nella realizzazione della mobilità post-dottorale.
Per il primo ciclo, i periodi di mobilità individuale sono offerti a studenti che:
- hanno completato con profitto almeno il primo anno di studi.
 
 Borse di studio per gli studenti italiani ed europei
 
Le borse di studio per periodi di mobilità individuale Erasmus Mundus sono disponibili per gli studenti iscritti o coloro che svolgono ricerca nelle istituzioni di istruzione superiore di un dato consorzio, selezionato dalla Commissione europea per realizzare un progetto di partenariato in un dato anno accademico e con determinati paesi terzi.
Per l'a.a. 2013 - 2014 gli "studenti europei" possono realizzare periodi di mobilità individuale, anche se non sono iscritti presso le istituzioni che fanno parte dei consorzi Erasmus Mundus, ad eccezione di due lotti specifici (India e Uzbekistan). Per la lista dei consorzi che realizzano progetti di mobilità in ciascun lotto, clicca qui.
Gli studenti sono selezionati attraverso bandi pubblicati periodicamente dal consorzio. I bandi specificano il numero delle borse disponibili per gli studenti italiani ed europei di ciascun livello formativo (primo ciclo, secondo ciclo, dottorato, post-doc) e le eventuali aree disciplinari per le quali le borse sono offerte.
 
Importo delle borse
 
L’ammontare delle borse tiene conto dei seguenti parametri:
- indennità mensile di mantenimento agli studi;
- contributo per l’assicurazione;
- contributo per i costi di partecipazione.
L’importo effettivo della borsa varia in base alla durata della mobilità e all’ammontare del contributo alle spese di viaggio (che dipende dalla destinazione della mobilità).
 
 
BORSE PER PERIODI DI MOBILITA' INDIVIDUALE - CATEGORIA B (importi lordi in €)
 
Livello
Mesi
(min - max)
Indennità mensile Contributo assicurazione
(per mese)
Contributo tasse
(per a. a.)
Importo max
della borsa*
 
I ciclo 6 - 10 1.000 75 3.000 13.750
II ciclo 6 - 10 1.000 75 3.000 13.750
Dottorato 6 - 34 1.500 75 3.000 62.550
Post-doc 6 - 10 1.800 75 5.000 23.750
 È assegnato inoltre un contributo per spese di viaggio proporzionale alla distanza da coprire (€ 250 - 2500).
Le borse Erasmus Mundus che vengono erogate dalle istituzioni d’istruzione superiore italiane sono escluse dalla base imponibile Irpef e irrilevanti ai fini della determinazione delle base imponibile Irap.
 
Periodi di mobilità individuale per l’anno accademico 2013 - 2014
 
 
Nell’anno accademico 2013 - 2014 possono svolgere un periodo di mobilità individuale (ottenendo la relativa borsa di studio):
1) gli studenti iscritti in un’istituzione di istruzione superiore che fa parte di un consorzio selezionato dalla Commissione europea per realizzare i progetti finanziati per tale anno accademico;
2) gli "studenti, anche se non sono iscritti presso le istituzioni che fanno parte dei consorzi Erasmus Mundus, ad eccezione di due lotti specifici (India e Uzbekistan).
 
I paesi terzi (organizzati in "strand"e “lotti” geografici) interessati alla realizzazione di percorsi di mobilità individuale nell’anno accademico 2013 - 2014 sono:


N. lotto

Paesi

STRAND 1

1

Marocco, Algeria,Tunisia, Libia, Egitto

2

Giordania, Libano, Territori Occupati di Palestina, Siria

3

Israele

4

Russia

5

Georgia, Azerbaijan, Armenia, Ucraina, Moldavia, Bielorussia

6 Tunisia

7

Albania, Bosnia-Herzegovina, Fyrom, Kosovo, Montenegro, Serbia

8

Yemen, Iran, Iraq

9

Kazakhstan, Kyrgyzstan,Tajikistan, Uzbekistan, Turkmenistan

10 Uzbekistan

11

Afganistan, Bhutan, Nepal, Pakistan, Bangladesh, Sri Lanka, India, Indonesia, Malesia, Maldive, Filippine, Tailandia, Cina, Corea del nord

12

Cambogia, Myanmar, Mongolia, Vietnam, Laos, Sri Lanka, India, Indonesia, Malesia, Maldive, Filippine, Tailandia, Cina, Corea del nord

13

India

14

Bolivia, Perù, Equador, Paraguay, Argentina, Brasile, Cile, Colombia, Costa Rica, Cuba, Messico, Panama, Uruguay, Venezuela

15

Honduras, El Salvador, Guatemala, Nicaragua, Argentina, Brasile, Cile, Colombia, Costa Rica, Cuba, Messico, Panama, Uruguay, Venezuela

16 Brasile

17

Sud Africa

18

Africa, Caraibi e Pacifico

STRAND 2

1

Stati uniti, Canada

2 Australia, Nuova Zelanda
3 Giappone, Corea
4 Bahrain, Kuwait, Qatar, Arabia Saudita, Emirati Arabi


Per la lista dei consorzi che realizzano progetti di mobilità in ciascun lotto, clicca qui.
 
Presentazione delle domande d’ammissione
 
La domanda di selezione per ottenere una borsa per svolgere un periodo di mobilità individuale Erasmus Mundus viene presentata ai responsabili del consorzio, rispondendo a un bando pubblicato periodicamente.
 
Per la lista dei consorzi che realizzano progetti di partenariato in ciascun lotto, clicca qui.
 
Se la propria istituzione di istruzione superiore partecipa a progetti di mobilità individuale nell’anno accademico 2013 - 2014, rivolgersi all’Ufficio relazioni internazionali per avere informazioni sull’epoca di pubblicazione e sulle forme di pubblicizzazione dei bandi per la selezione degli studenti italiani ed europei.


Web Consulting: ATG